LG investimenti - Progetto Fattibilità

Investimenti opere

Il 1° dicembre 2016 il Cipe ha approvato il documento che definisce i criteri e le procedure per la valutazione ex ante dei fabbisogni infrastrutturali, la valutazione ex-ante delle singole opere e la selezione degli interventi da includere nel DPP (Documento Pluriennale di Pianificazione), di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le “Linee guida per la valutazione degli investimenti in opere pubbliche” costituiscono l’elemento cardine per un nuovo approccio alla programmazione infrastrutturale incentrato sulla valutazione rigorosa degli investimenti pubblici. Alla luce della sua importanza, la nuova Struttura Tecnica di Missione del MIT ha predisposto anche il documento “Infrastrutture utili – Guida operativa alla valutazione ex ante degli investimenti pubblici” che fornisce ai soggetti coinvolti una lettura sintetica delle diverse fasi della valutazione ex ante delle opere.

Il MIT è stato il primo ministero a emanare le proprie linee guida, che si applicheranno a tutti gli interventi inclusi nel DPP, ovvero alle infrastrutture e agli insediamenti prioritari per il Paese, comprese le opere incluse nei contratti di programma ANAS e RFI, i “Patti” firmati, le opere con finanziamenti a valere sul FSC (Fondo di Sviluppo e Coesione) e i piani e programmi pluriennali.

Per garantire allo stesso tempo continuità rispetto agli impegni assunti in passato, soprattutto nei casi in cui abbiano dato origine a obbligazioni giuridiche vincolanti per l’amministrazione, oppure quando si tratta di opere già in corso di realizzazione, sono stati individuati alcuni criteri per identificare le priorità d’investimento nel primo DPP. Questo periodo transitorio è stato previsto per poter dare concreta e immediata attuazione alle innovazioni proposte.

Il nuovo Codice degli Appalti prevede un ulteriore cambiamento radicale nella fase di avvio delle nuove infrastrutture, attraverso il superamento dello studio di fattibilità e del progetto preliminare previsti dal precedente codice e l’individuazione del 1° livello progettuale nel progetto di fattibilità. Esso è finalizzato a verificare se sussistano le condizioni tecnico-economiche, ambientali e territoriali per realizzare un’infrastruttura e individuare, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività.

Data di ultima modifica: 19/02/2018
Data di pubblicazione: 06/06/2017