Dibattito pubblico

dibattito pubblico

Il dibattito pubblico è un processo di informazione, partecipazione e confronto pubblico su opere di interesse nazionale e si svolge nella fase iniziale di progettazione, quando le alternative sono ancora aperte e la decisione, se e come realizzare l’opera, deve essere ancora presa.

L’istituto del dibattito pubblico esiste in Francia da più di vent’anni e oggi è diventato obbligatorio anche da noi grazie all’art. 22 del nuovo Codice dei contratti pubblici, Trasparenza nella partecipazione di portatori di interesse e dibattito pubblico. Riguarderà le “grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevante impatto sull’ambiente, sulle città e sull’assetto del territorio” avviate dopo l’entrata in vigore del nuovo Codice e gli esiti del dibattito saranno valutati in sede di predisposizione del progetto definitivo e discussi in sede di conferenza di servizi.

Il dibattito pubblico rappresenta lo strumento individuato dal legislatore per anticipare i possibili conflitti che spesso accompagnano la realizzazione delle grandi opere, prevedendo una metodologia strutturata di confronto con le comunità locali da realizzarsi in tempi certi.

I criteri e la procedura per l’individuazione delle opere soggette a dibattito pubblico, in base a tipologia e soglie dimensionali, sono definiti su proposta del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, sentito il Ministero dell’Ambiente e previo parere delle commissioni, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il testo del decreto, elaborato dalla Struttura Tecnica di Missione di concerto con gli uffici del Ministero e la collaborazione di stakeholder qualificati, è attualmente in attesa del parere del Consiglio di Stato.

Data di ultima modifica: 19/02/2018
Data di pubblicazione: 06/06/2017