Sicurezza trasporto ferroviario

Per quanto riguarda il sistema ferroviario nazionale la regolazione della sicurezza è svolta dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (ANSF) secondo quanto previsto dalle norme comunitarie. L’attività dell’Agenzia in questo settore riguarda le norme tecniche, le autorizzazioni, le certificazioni e il controllo sulle imprese, in linea con gli indirizzi generali e sotto la vigilanza del Ministero.
Il Ministero, invece, si occupa direttamente di:

  • regole tecniche di sicurezza delle gallerie ferroviarie
  • trasporto merci pericolose per ferrovia (ADN)
  • organismi di certificazione per valutare la conformità di un componente di un sistema ferroviario ai requisiti di omologazione relativi alla sicurezza
  • partecipazione a organismi e comitati comunitari e internazionali in materia, come il Comitato interoperabilità e sicurezza delle ferrovie (RISC) e il riferimento nazionale per le reti e i sistemi ferroviari internazionali (es. ERMTS / ETCS)

Rispetto agli incidenti ferroviari che interessano le reti nazionali, il Ministero si occupa di:

  • istituire commissioni di indagine, coordinare l’attività investigativa e produrre le relazioni annuali sull’attività svolta in materia di sinistri
  • elaborare le procedure investigative e di raccomandazioni all’Agenzia in materia di sicurezza
  • gestire l'Elenco degli Esperti per lo svolgimento del ruolo di Investigatori incaricati

Nell’ambito, infine, delle ferrovie secondarie, cioè quelle in concessione e in gestione commissariale governativa, l’attività del Ministero include:

  • esame tecnico dei progetti e rilascio del nulla-osta di sicurezza
  • visite tecniche, verifiche e prove su impianti e materiali
  • indagini e inchieste su incidenti
  • trasporto merci pericolose su ferrovie secondarie.