Ferrovie

Il Ministero svolge numerose attività riguardanti la rete ferroviaria con l’obiettivo di renderla più efficiente e funzionale. È importante precisare che dal punto di vista operativo il Ministero non realizza direttamente le infrastrutture ferroviarie né effettua la loro manutenzione, ma affida questi compiti al Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane – Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.
Attraverso un Contratto di programma il Ministero indica le attività da realizzare e controlla l’utilizzo degli investimenti pubblici destinati ai progetti per la realizzazione e manutenzione delle ferrovie. In questo senso assumono particolare importanza le linee ad alta velocità/alta capacità e le Reti di trasporto trans-europee (TEN-T).
Altre attività svolte dal Ministero in ambito ferroviario sono:

  • definire gli standard che permettono di rendere le ferrovie europee integrate e interoperabili (in particolare le Specifiche Tecniche di Interoperabilità – STI)
  • favorire il rispetto della normativa per le Persone a Mobilità Ridotta (PMR), anche presso le stazioni ferroviarie
  • curare gli affari internazionali, comunitari e istituzionali di settore, come la definizione della normativa europea, il recepimento di direttive e la partecipazione a gruppi di lavoro presso gli organismi comunitari (Commissione Europea, Consiglio dell’Unione Europea e Agenzia Europea delle Ferrovie)

Alcune azioni specifiche in materia di sicurezza sono state delegate all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria, rispetto alla quale il Ministero svolge funzioni di indirizzo e vigilanza.

Data di ultima modifica: 29/12/2015
Data di pubblicazione: 23/12/2015