La Brexit e i Trasporti - Trasporto aereo

Trasporto aereo

In data 31 gennaio 2020 il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea. L’Accordo di recesso concordato fra le Parti prevede un periodo di transizione in cui sarà garantita la continuità dell’applicazione del diritto UE al Regno Unito e mira ad assicurare un recesso ordinato tramite la progressiva cessazione delle procedure e dei regimi ancora applicabili alla fine del periodo di transizione.

Durante il periodo di transizione (vale a dire fino al 31.12.2020) l'UE tratterà il Regno Unito alla stregua di uno Stato membro, salvo per la partecipazione alle istituzioni e alle strutture di governance dell'UE. Il diritto UE - anche nel settore aereo - continuerà ad applicarsi al Regno Unito e al suo interno. Il periodo di transizione darà a amministrazioni, imprese e cittadini il tempo di adeguarsi e darà all'Unione Europea ed al Regno Unito il tempo di negoziare le relazioni future.

Successivamente alla data del 31 dicembre 2020 (alla scadenza del periodo di transizione previsto dall’accordo di recesso), le relazioni aeree tra il Regno Unito e l'Unione Europea dovranno essere disciplinate da un accordo aereo che dovrà essere negoziato ed approvato entro la fine del citato periodo di transizione.

Il negoziato fra l’Unione Europea ed il Regno Unito potrà essere avviato solo previa approvazione da parte del Consiglio UE della proposta di relativo mandato negoziale - che la Commissione Europea ha già presentato.

All’approvazione del mandato seguiranno una serie di tornate negoziali per la definizione delle disposizioni di dettaglio, così da poter definire la disciplina delle nuove relazioni aeronautiche fra Unione Europea e Regno Unito a partire dal 1 gennaio 2021.

Data di ultima modifica: 19/02/2020
Data di pubblicazione: 16/10/2019