Urp - domande frequenti

1 - Mancato arrivo del tagliando adesivo del cambio di residenza per la carta di circolazione
Dal 1 ottobre 2020 il Ministero aggiorna la residenza nell'archivio nazionale dei veicoli, ma non invia più il tagliando adesivo con l'indicazione del nuovo indirizzo per la carta di circolazione, nemmeno per le variazioni di residenza precedenti al 1 ottobre 2020.
Il tagliando è spedito solo nel caso di ciclomotori. 
Sul sito www.ilportaledellautomobilista.it è disponibile, se necessario, l'attestazione della residenza registrata negli archivi informatici del Ministero.
Per scaricare l'attestazione occorre
- accedere al sito www.ilportaledellautomobilista.it dopo essersi registrati
- selezionare la voce di menù "Accesso ai servizi" e poi "Attestato di residenza".
Se l'indirizzo di residenza non risulta correttamente aggiornato oppure se ci sono problemi di registrazione al sito www.ilportaledellautomobilista.it occorre contattare
- email uco.dgmot@mit.gov.it
oppure
- numero verde 800232323 (purtroppo è un servizio spesso occupato: per parlare con l'operatore, nei periodi di maggior traffico e di minor presenza di personale, occorre comporre più volte il numero, consecutivamente, senza pause tra un tentativo e l'altro).
Per ricevere assistenza nel caso di residenza non correttamente aggiornata occorre specificare nome, cognome, luogo e data di nascita, numero patente, numero eventuale targa, data del cambio di residenza, nuovo indirizzo di residenza completo dell'indicazione della provincia e del c.a.p.


2 - Mancato arrivo del duplicato della patente o della carta di circolazione oppure della patente rinnovata
Per informazioni è necessario contattare
- email uco.dgmot@mit.gov.it
oppure
- numero verde 800232323 (purtroppo è un servizio spesso occupato: per parlare con l'operatore, nei periodi di maggior traffico e di minor presenza di personale, occorre comporre più volte il numero, consecutivamente, senza pause tra un tentativo e l'altro).
Per ricevere assistenza occorre specificare nome, cognome, luogo e data di nascita, numero patente (per il duplicato della patente), numero targa (per il duplicato della carta di circolazione). In più, nel caso di mancato arrivo della patente a seguito di rinnovo, occorre precisare anche la data della visita medica, allegare la copia della ricevuta della visita e indicare un eventuale indirizzo di recapito alternativo (completo di provincia, c.a.p. e nome e cognome presente sul citofono se diverso dal proprio).


3 - Esami patente di guida, disposizioni per emergenza coronavirus
Gli esami per la patente di guida sono ripresi progressivamente dal mese di giugno in base alle nuove regole per le prove di teoria e pratica indicate nei documenti:
Linee guida per l’accesso ai servizi (sportello), operazioni tecniche sui veicoli ed esami di patente
Linee guida - integrazione per esami patente.
Tempi e modi per l'avvio e per lo svolgimento degli esami sono diversi tra i vari Uffici motorizzazione in base alle condizioni locali. Per maggiori informazioni e per conoscere i calendari delle prove occorre contattare le singole motorizzazioni: https://www.ilportaledellautomobilista.it/gms/ricerca/$N/$N (consultare la sezione "avvisi all'utenza" o "orari apertura sportelli").
Sul Portale dell'automobilista è ora disponibile il corso di autoistruzione che spiega come si svolge l'esame di teoria, normalmente mostrato in aula prima della prova: in questo modo il candidato lo potrà vedere autonomamente, in autoscuola o casa, prima di presentarsi all'esame.

Proroghe in vigore per esami di teoria e fogli rosa:
- esame teoria - chi ha presentato la domanda di conseguimento patente nel 2020 può svolgere la prova di teoria entro il 31 dicembre 2021, mentre chi l'ha presentata dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2022 (attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria) può svolgere la prova entro 1 anno (e non entro sei mesi) dalla data di presentazione e accettazione della domanda (proroga prevista dall'art.5 del decreto-legge 30 aprile 2021 n.56)
- fogli rosa - i documenti in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022 (attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria) sono prorogati fino 29 giugno 2022 (novantesimo giorno successivo al 31 marzo 2022, attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria) sempre che non siano già stati rinnovati nella validità.
Per i dettagli: Circolare 27 dicembre 2021 prot.39841
Per maggiori informazioni contattare: http://trasparenza.mit.gov.it/index.php?id_oggetto=13&id_cat=-1&id_doc=14305


4 - Veicoli: proroghe di validità dei documenti e nuove scadenze per emergenza coronavirus

Revisione veicoli:
sulla base delle ultime norme emesse in questo periodo di emergenza sanitaria, i veicoli immatricolati in Italia di categoria M (es. auto, autobus, autocaravan), N (es. camion, autoarticolati) e O3-O4 (rimorchi di massa maggiore di 3,5 t.) con revisione scaduta tra ottobre 2020 e giugno 2021 possono circolare fino a 10 mesi dopo la scadenza normale (secondo il Regolamento UE 2021/267 - articolo 5).

Per i veicoli di categoria M, N, O3, O4 con revisione scaduta dopo giugno 2021 e per i veicoli di categoria L (es. moto, ciclomotori, minicar) e O1-O2 (rimorchi di massa inferiore a 3,5 t.) non sono ci sono proroghe applicabili. 

Per la descrizione completa delle diverse categorie dei veicoli: https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:1992-04-30;285!~art47!vig=

Per una sintesi delle proroghe previste: Circolare del Ministero dell'interno 9 marzo 2021 prot.300-A-2132-21-115-28 (allegato 3). 

In caso di dubbi occorre contattare:
- il seguente ufficio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti: Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Direzione generale motorizzazione  
- il seguente ufficio del Ministero dell'interno, che è l'ente che fornisce le indicazioni operative agli organi di polizia stradale (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili urbani): Ministero dell'interno - Direzione centrale per la polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della polizia di Stato
- la locale Prefettura, che è l'ente locale dipendente dal Ministero dell'interno: Elenco Prefetture 

Altre proroghe per documenti e per pratiche per i veicoli (ad esclusione delle revisioni e delle operazioni di visita e prova previste dagli articoli 75 e 78 del Codice della strada): Circolare 8 maggio 2020 prot. 2999.   

Per maggiori informazioni occorre contattare: http://trasparenza.mit.gov.it/index.php?id_oggetto=13&id_cat=-1&id_doc=14305

Per notizie sul "bonus veicoli sicuri" occorre leggere la Faq 9.


5 - Patenti e documenti di guida: proroghe per il rinnovo patente, CQC, certificati medici e altri documenti per emergenza coronavirus

Rinnovo patente
Sulla base di diverse e recenti norme nazionali e dell'Unione europea, per circolare in Italia, le patenti di guida italiane con scadenza tra 31 gennaio 2020 e 31 marzo 2022 sono valide fino al 29 giugno 2022 (novantesimo giorno successivo al 31 marzo 2022, attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria).

Per circolare negli altri Paesi membri dell’UE le patenti di guida rilasciate in Italia, con scadenza
- tra 1° febbraio 2020 e 31 maggio 2020 sono valide fino a 13 mesi dopo la scadenza normale 
- tra 1° giugno 2020 e 31 agosto 2020 sono valide fino al 1° luglio 2021
- tra 1° settembre 2020 e 30 giugno 2021 sono valide fino 10 mesi dopo la scadenza normale

Queste proroghe non si applicano alla patente di guida quale documento di riconoscimento.

Per dettagli e per conoscere le proroghe per gli altri documenti di guida (es. CQC):
Circolare 27 dicembre 2021 prot.39841

La proroga per il rinnovo della patente vale anche per chi ha l'obbligo di visita in Commissione medica locale (CML) per patologie.
Le patenti scadute prima del 31 gennaio 2020 non possono avere la validità prorogata, non hanno diritto ad alcun permesso provvisorio, non consentono di circolare.

Il rinnovo della patente è effettuato dai medici certificatori presso le ASL e le Commissioni mediche locali - CML (che dipendono dalla Regione), presso le agenzie di pratiche auto (che sono vigilate dalla Provincia/Regione) e presso alcuni studi medici privati.
A causa dell'emergenza da coronavirus, le ASL e le Commissioni mediche locali hanno ridotto o sospeso il servizio. Nel caso non fosse possibile fare la visita presso una ASL, se non si ha l'obbligo di fare il rinnovo in Commissione medica locale, occorre rivolgersi ai medici certificatori presso le autoscuole e presso gli studi medici privati.
Per sapere quali sono i medici certificatori del territorio si può consultare https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/servizi-online-ricerca-medici-certificatori oppure contattare l'Ufficio motorizzazione.

I permessi provvisori di guida rilasciati per visita prenotata in CML in una data oltre la scadenza della patente, se scadono tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022 (attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria) sono prorogati fino 29 giugno 2022 (novantesimo giorno successivo al 31 marzo 2022, attuale data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria). 
Per la gestione delle patenti soggette a provvedimenti della Prefettura, con obbligo di visita in CML, occorre rivolgersi alla Prefettura e consultare la Circolare del Ministero dell'interno 18 maggio 2020 n. 300/A/3497/20/115/28


6 - Attività svolte dagli Uffici motorizzazione nel periodo di emergenza coronavirus
Dal 25 maggio 2020 gli Uffici motorizzazione civile (UMC) e i Centri prova autoveicoli (CPA) riprendono tutte le attività di competenza ad eccezione di:
- Attività di Sportello telematico dell'automobilista, fermo restando il controllo sulle attività degli STA (immatricolazione e iscrizione al PRA di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi (di massa pari o superiore a 3,5 tonnellate) nuovi o usati, reimmatricolazione/rinnovo di iscrizione di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi (di massa pari o superiore a 3,5 tonnellate), passaggio di proprietà di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi (di massa pari o superiore a 3,5 tonnellate), radiazione per demolizione e per esportazione definitiva all’estero degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi)
- Revisione periodica autoveicoli di massa non superiore a 3500 kg;
- Revisione ciclomotori, motocicli, tricicli, quadricicli.
Lo stabilisce la Circolare del 21 maggio 2020 prot.3352.
Sulla base delle condizioni locali ogni Ufficio può modificare i tempi di avvio e stabilire specifiche modalità di svolgimento delle pratiche (ad esempio tramite prenotazione).
Per contattare i singoli Uffici motorizzazione civile e conoscere le modalità di presentazione delle pratiche occorre accedere a https://www.ilportaledellautomobilista.it/gms/ricerca/$N/$N, selezionare la provincia di proprio interesse e consultare la sezione "avvisi all'utenza" o "orari apertura sportelli".
Nel caso di difficoltà a contattare gli Uffici motorizzazione civile oppure per segnalare loro disservizi occorre rivolgersi alla Direzione generale territoriale di competenza: /node/5086


7 - Attività delle autoscuole
Dal 20 maggio è ripresa l'attività formativa per gli esami della patente di guida e delle abilitazioni professionali. Le regole da seguire sono indicate nelle
Nuove linee guida per il contenimento del contagio da covid 19 nell’esercizio delle attività didattiche delle autoscuole.
Per le altre attività consultare le precisazioni della Direzione generale motorizzazione nella Circolare 30 aprile 2020 prot.12064.
Per maggiori informazioni contattare: http://trasparenza.mit.gov.it/index.php?id_oggetto=13&id_cat=-1&id_doc=14305.


8 - Pagamento pratiche motorizzazione: progressivo passaggio al sistema PagoPa
Dal 27 settembre 2021 è iniziato il passaggio graduale dei pagamenti delle pratiche di motorizzazione dal tradizionale sistema tramite bollettini postali alla piattaforma PagoPa, obbligatoria per tutte le pubbliche amministrazioni.
La migrazione si concluderà entro marzo 2022 e avverrà, un po' per volta, per tipologia di operazione (per esempio revisioni, immatricolazioni, etc.): appena un tipo di pratica sarà trasferito su PagoPa per quella pratica non sarà più possibile effettuare il pagamento tramite le modalità attualmente in vigore.
Tuttavia i pagamenti già effettuati con bollettino postale al momento della migrazione verranno comunque gestiti per evitare ogni danno o disservizio agli utenti.
Per assistenza sui pagamenti PagoPa è possibile utilizzare i recapiti specificati nella pagina "contatti" del "Portale dell'automobilista".
-------------------
Programma passaggio pratiche a PagoPa (aggiornato al 17 gennaio 2022)
:
- Duplicati "Documento Unico" - 27 settembre 2021
- Radiazioni "Documento Unico" - 4 ottobre 2021
- Ristampa per rettifica errori, Annotazione Usufrutto/Leasing/Patto Riservato Dominio "Documento unico" - 11 ottobre 2021
- Trasferimenti di Proprietà "Documento unico" - 18 ottobre 2021
- Veicoli: revisione e altre operazioni tecniche - 17 gennaio 2022 
- Domanda in bollo per operazioni di motorizzazione (codice D1): dal 17 gennaio 2022 sarà possibile pagare la tariffa anche tramite PagoPa oltre che con le consuete modalità (bollettino di conto corrente e pagamenti online sul Portale dell'automobilista). 


9 - Revisione presso le officine autorizzate: aumento della tariffa dal 1 novembre 2021 e rimborso "bonus veicoli sicuri"
Dal 1 novembre 2021 è aumentata di 9,95 euro la tariffa per la revisione di veicoli effettuata presso le officine autorizzate.
Per compensare l'aumento è previsto un rimborso di 9,95 euro, denominato "Bonus veicoli sicuri".
Per richiedere il rimborso occorre accedere al sito https://www.bonusveicolisicuri.it
Secondo la norma:
- il buono può essere richiesto dai proprietari di veicoli che effettuano la revisione presso le officine autorizzate dal 1 novembre 2021 entro i 3 anni successivi: attualmente, tuttavia, è possibile presentare la domanda di rimborso solo per le revisioni svolte nel periodo 1 novembre - 31 dicembre 2021, mentre per quelle successive occorrerà attendere un apposito avviso che sarà pubblicato sulla stessa piattaforma
- il contributo è riconosciuto per un solo veicolo e per una volta sola
- per presentare la domanda i cittadini interessati devono accedere al sito dedicato attraverso l’identità digitale Spid e inserire i dati richiesti; non è necessario allegare alcun documento
- il rimborso di 9,95 euro avverrà con accredito sul conto corrente indicato al momento della presentazione della richiesta.
Per ricevere assistenza consulta le risposte alle domande frequenti (FAQ) oppure scrivi a bonusveicolisicuri@sogei.it.

Riferimenti normativi

Legge 30 dicembre 2020, n.178 - articolo 1 - commi 702-703-704
Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023
(Gazzetta ufficiale serie Generale n.322 del 30 dicembre 2020 - Suppl. Ordinario n. 46)

Decreto 3 agosto 2021, n.129
Regolamento recante adeguamento della tariffa di revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, di cui all'articolo 2, comma 1, del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 2 agosto 2007, n. 161
(Gazzetta ufficiale Serie Generale n.229 del 24 settembre 2021)

Decreto 24 settembre 2021
Modalità di concessione del contributo per la revisione dei veicoli a motore, ai sensi dell'articolo 1, comma 706, della legge 30 dicembre 2020, n. 178 (c.d. «bonus veicoli sicuri»)
(Gazzetta ufficiale Serie Generale n.253 del 22 ottobre 2021)

Per maggiori informazioni contatta: http://trasparenza.mit.gov.it/index.php?id_oggetto=13&id_cat=-1&id_doc=14305.


10 - Regole per ingresso in Italia nel periodo di emergenza coronavirus
Una sintesi di queste disposizioni è contenuta nelle seguenti FAQ del Ministero degli esteri: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html
Per qualsiasi dubbio sull'ingresso in Italia occorre contattare la Polizia di frontiera, la locale Prefettura o i comandi di Polizia/Carabinieri/Vigili.
Per quesiti relativi all’attivazione della sorveglianza sanitaria occorre contattare l’Azienda Sanitaria competente per territorio o il numero dedicato del Ministero della Salute 1500.


11 - Regole per i passeggeri a bordo di automobili e moto private nel periodo di emergenza coronavirus
Non ci sono disposizioni normative specifiche per i trasporti privati.
Si suggerisce, innanzitutto, di consultare la locale Prefettura e i comandi di Polizia/Carabinieri/Vigili.

Le uniche indicazioni sono contenute sul sito del Governo.
In particolare, nella sezione "spostamenti, trasporti e turismo" della pagina http://www.governo.it/it/faq-fasedue, è precisato che è possibile l'utilizzo dell'automobile e di altri mezzi di locomozione tra persone non conviventi, purché siano rispettati le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore. Tuttavia nessuno di questi limiti si applica se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi.
Queste indicazioni sono state confermate, dopo il 3 novembre 2020, nella sezione "spostamenti" della pagina http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638
Nella sezione "spostamenti" della pagina http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa è specificato che le auto possono essere utilizzate da più passeggeri solo se si rispetta la distanza minima di un metro. Non è possibile andare in due in moto, non essendo possibile la distanza minima di un metro. Questi limiti non valgono se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi.


12 - Reclami dei passeggeri per disservizi nel trasporto aereo
L'ENAC (Ente nazionale aviazione civile) è l'organismo che per legge tutela i diritti dei passeggeri nel settore del trasporto aereo.
E' possibile segnalare un disservizio all'ENAC solo dopo aver già presentato il reclamo al gestore del servizio.
Per contattare l'ENAC: https://www.enac.gov.it/passeggeri.  


13 - Reclami dei passeggeri per disservizi nel trasporto ferroviario, marittimo e con autobus
L'Autorità di regolazione dei trasporti è l'organismo che per legge tutela i diritti dei passeggeri nel settore trasporto ferroviario, marittimo e con autobus.
E' possibile segnalare un disservizio all'Autorità di regolazione dei trasporti solo dopo aver già presentato il reclamo al gestore del servizio.
Per contattare l'Autorità di regolazione dei trasporti: https://www.autorita-trasporti.it/lunione-europea-per-la-tutela-dei-diritti-dei-passeggeri/.


14 - Bonus mobilità per biciclette, monopattini, hoverboard, segway e per servizi di sharing mobility
ll bonus è gestito dal Ministero dell'Ambiente.
Per richiedere il bonus: https://www.buonomobilita.it
Per i dettagli: https://www.minambiente.it/comunicati/sostenibilita-fino-500-euro-buono-mobilita.

Risposte a domande frequenti (faq): https://www.minambiente.it/bonus-mobilita.
Per ricevere assistenza: https://www.buonomobilita.it/mobilita2020/#/assistenza
Per maggiori informazioni: 
https://www.minambiente.it/pagina/contatti
Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, il provvedimento sul bonus è all'articolo 229: www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/19/20G00052/sg.


15 - Bonus seggiolini/dispositivi antiabbandono
L'iniziativa è terminata il 31 dicembre 2020.
I cittadini, entro e non oltre il 31 dicembre 2020:
- dovranno utilizzare i buoni richiesti per l'acquisto nei negozi registrati sul sito https://www.bonuseggiolino.it 
- potranno richiedere il rimborso degli acquisti effettuati in altri negozi.
Gli esercenti, entro e non oltre il 31 gennaio 2021, dovranno presentare la fattura per avere il diritto al rimborso. Le richieste presentate dopo le scadenze indicate non saranno accettate.

Le risposte alle domande più frequenti su questo argomento sono disponibili nella pagina: /node/11825

Il rimborso per i dispositivi già acquistati sarà accreditato appena possibile. Non c'è un termine stabilito per l'accredito. I primi rimborsi sono partiti, anche se in ritardo. Occorre solo attendere.
Per problemi tecnici sul sito https://www.bonuseggiolino.it contattare l'help desk: dispositiviantiabbandono@sogei.it.
Per problemi amministrativi contattare il seguente ufficio: dg.sicurezzastradale@mit.gov.it.  


16 - False email del Ministero per pagamento di multe, ammende, violazioni
Occorre cancellare queste email. Il Ministero non invia questo tipo comunicazioni. Si tratta di tentativi di truffe informatiche: messaggi ingannevoli (phishing) con i quali dei malintenzionati fingono di essere il Ministero e inducono i destinatari a cliccare su link malevoli per raccogliere dati personali o far scaricare virus.

Data di ultima modifica: 21/01/2022
Data di pubblicazione: 21/05/2020