sei in » home page»ministero»Uffici di diretta collaborazione del Ministro»Ufficio Stampa


Il ministro

Ministro
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Delrio: non ci sarà nessun definanziamento per l'autostrada Salerno - Reggio e la SS 106 Jonica

4 novembre 2015 - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio ha partecipato al question time in aula alla Camera per rispondere ad una interrogazione dei deputati Santelli e Occhiuto (FI-PdL) in merito alle recenti dichiarazioni del Presidente dell'Anas, Gianni Vittorio Armani. "Non ci sarà nessun definanziamento" per le grandi opere che riguardano l'ammodernamento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria e della Strada Statale 106 Jonica ha detto il Ministro "I soldi saranno tutti spesi in maniera più celere se le soluzioni progettuali ritenute più idonee verranno approntate alla svelta".

“Quanto alla Strada Stradale 106 jonica, di cui conosciamo la pericolosità e la difficoltà- ha precisato Delrio- sono in corso dei lavori per diversi centinaia di milioni e altri sono già finanziati: 969 milioni sono in corso di finanziamento per il nuovo progetto; la revisione progettuale non comporterà in nessun modo e per nessun motivo la riduzione dei finanziamenti e anzi forse potrà consentire di risparmiare alcune risorse per poterle reinvestire nel completamento definitivo della Salerno-Reggio Calabria e della Statale jonica. La revisione progettuale fa parte di quella strategia di project review, cioè della valutazione di impatto dei soldi spesi e di come vengono spesi e di uno Stato più attento a iniziare e completare le opere con i costi e i tempi giusti".

Nel corso del suo intervento il Ministro ha anche ricordato i numeri: "I lavori di ammodernamento, adeguamento e miglioramento della Salerno-Reggio Calabria, hanno richiesto nel corso degli anni un impegno pari a 8 miliardi e 233 milioni di euro, di cui sette miliardi già spesi. Rimangono 58km da completare, di cui 16 già finanziati".

Di seguito la risposta completa del Ministro al question time

Gli interventi di ammodernamento, adeguamento e miglioramento dell’autostrada A/3 SA-RC hanno richiesto, nel corso degli anni, un impegno finanziario pari a 8.233 milioni di euro, di cui 7 miliardi di euro già spesi; l’autostrada si sviluppa su 443 km interamente percorribili, di cui 355 già adeguati e 30 in corso di adeguamento.
Per i restanti 58 km (di cui 16 km già finanziati) si è valutata la possibilità di procedere con un’ipotesi progettuale mirata essenzialmente ad una azione di recupero del patrimonio viario esistente, con tempi e costi sostenibili.
Voglio rassicurare che il Presidente dell’Anas ha semplicemente detto che sulla Salerno – Reggio Calabria, come sulla SS 106 Jonica e su tutte le grandi arterie (Orte – Civitavecchia, Orte – Mestre, Cispadana), in qualsiasi latitudine e longitudine siano, l’approccio di Anas è quello non solo di fare le opere in maniera che diventino sicure, ammodernate, fruibili, ma anche di fare opere non faraoniche – che, come noto, hanno portato semplicemente ad una lievitazione dei costi e alla non realizzazione nei tempi e nei modi giusti degli interventi.
Non ci sarà nessun definanziamento, anzi i soldi verranno tutti spesi in maniera più celere se le soluzioni progettuali più idonee verranno adottate alla svelta – siamo convinti di spenderli più alla svelta - compresi quelli per la SS 106 Jonica, di cui conosciamo difficoltà e pericolosità e per la quale sono in corso lavori per diverse centinaia di milioni e altri sono già finanziati (969 milioni sono in corso di finanziamento per il nuovo progetto) ma voglio rassicurarla che la revisione progettuale non comporterà in nessun modo e per nessun motivo la riduzione dei finanziamenti, anzi, forse, potrà consentire di risparmiare alcune risorse per poterle reinvestire nel completamento definitivo della Salerno – Reggio Calabria e il completamento definitivo della SS 106 Jonica.
La revisione progettuale fa parte di quella strategia di project review, cioè di valutazione di impatto dei soldi spesi e di come vengono spesi e di uno Stato più attento ad iniziare e completare le opere con i costi e i tempi giusti.

Data del documento: 04/11/2015
Data ultima modifica: 04/11/2015
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione