sei in » home page»ministero»Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi...»Direzione Generale per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione ed i Progetti Internazionali

casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Dotazione finanziaria della UE per la rete di trasporto TEN-T

 

Dotazione finanziaria della UE per la rete di trasporto TEN-T

Nel 2011, la Commissione Europea ha adottato il Regolamento 1316/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio che istituisce il meccanismo per collegare l'Europa denominato Connecting Europe Facility (CEF). Il futuro delle reti di trasporto europeo si affida in larga misura allo stimolo degli investimenti nazionali che, a partire dalla leva finanziaria europea, riuscirà ad attivare stanziamenti in conto capitale, prestiti e strumenti innovativi finanziari nel periodo 2014-2020.
A tale scopo, a partire dal 2014, all'interno del bilancio comunitario, è stato introdotto uno strumento ad hoc, denominato Connecting Europe Facility (CEF), con il quale l'Unione europea co-finanzia progetti degli Stati Membri secondo criteri di priorità che privilegiano le modalità di trasporto a minor impatto ambientale, l'intermodalità e le soluzioni basate sull'uso di tecnologie innovative (ITS; ERTMS, VTMIS, RIS), ovvero basate sull'utilizzo di carburanti alternativi (ad es. GNL - Gas Naturale Liquefatto).Tale strumento, identificato con l'acronimo di CEF, è volto a fornire un quadro di finanziamento comune che semplifica il quadro normativo UE in materia di finanziamento delle infrastrutture TEN, fornendo un'impostazione coerente al finanziamento dei progetti UE nel settore dei trasporti. Inoltre, attraverso un quadro finanziario unico coerente e trasparente si offrono certezze giuridiche e finanziarie che possono attrarre ulteriori finanziamenti privati.
La dimensione finanziaria del CEF per il settore trasporti è pari a 24,05 miliardi di Euro, di cui 11,30 miliardi provenienti dal Fondo di Coesione, rispetto ai quali l'Italia tuttavia non è eleggibile. Circa 1 miliardo di Euro è destinato al settore delle telecomunicazioni e 5,35 miliardi di Euro all'energia.
E' comunque significativo che, tra il 2007-2013 ed il 2014-2020, il contributo per le reti trans-europee sia stato portato da 8 a 24 miliardi di Euro, circostanza questa che dà la misura dell'impegno profuso nella realizzazione di un sistema di trasporti efficiente e sostenibile in tutti i Paesi della UE.

 

 

Data del documento: 05/09/2013
Data ultima modifica: 27/10/2016
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione