sei in » home page»ministero»Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi...»Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici

casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Il diporto nautico in Italia - Anno 2007
Il volume, inserito nel Programma Statistico Nazionale, sintetizza, con l'ausilio di tabelle, grafici e commenti, i principali risultati di rilevazioni statistiche annuali sulle infrastrutture e sulla consistenza del naviglio da diporto, sulle patenti nautiche e sui sinistri.

Il diporto nautico in Italia - Anno 2007

Presentazione
Ho la gradita occasione di presentare "Il Diporto Nautico in Italia", annuario di settore stabilmente inserito nei Programmi Statistici Nazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Desidero ringraziare il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e gli Uffici Periferici del Ministero, Marittimi e della Motorizzazione Civile, per la preziosa collaborazione fornita all'Ufficio di Statistica ai fini della realizzazione del volume.
Le statistiche e le serie di dati contenute nell'annuario offrono una ricca panoramica sullo stato e sull'evoluzione del diporto nautico in Italia e consentono l'elaborazione di ulteriori, numerosi indicatori utilizzabili per la gestione e la programmazione settoriale.
Le tabelle relative alla consistenza del naviglio ed alle infrastrutture indicano la presenza, al 31 dicembre 2007, di 98.138 unità da diporto, di cui 78.023 iscritte negli Uffici Marittimi Periferici delle Capitanerie di Porto e 20.115 iscritte presso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile, a fronte di 141.476 posti barca disponibili lungo i litorali, con una media nazionale di quasi settanta imbarcazioni ogni cento attracchi ed una disponibilità di circa diciotto posti barca per chilometro di costa.
I dati rilevati tra la fine del 2006 e la fine del 2007 segnalano che il numero delle imbarcazioni da diporto iscritte è aumentato di 2.608 unità (2,7%), passando da 95.530 a 98.138, mentre, invece, quello dei posti barca, dopo anni di costante crescita, è lievemente diminuito, scendendo da 141.556 a 141.476 (-0,1%) e mostrando variazioni, anche significative, da Regione a Regione.
Un'osservazione più approfondita delle tabelle evidenzia, in proposito, che: a) Friuli e Toscana e, in misura minore, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Lazio, Abruzzo, Molise e Friuli hanno registrato tassi di crescita dei posti barca inferiori a quelli del naviglio iscritto, con una conseguente diminuzione dell'offerta di punti di attracco; b) incrementi delle dotazioni infrastrutturali superiori a quelli osservati per le unità da diporto nel periodo considerato sono occorsi, invece, nelle rimanenti Regioni e, in particolare, in Calabria, Sardegna e Campania; c) l'offerta di posti barca in Veneto e nel Lazio risulta ancora largamente insufficiente a soddisfare la domanda locale ed evidenzia carenze anche in Emilia Romagna; d) il considerevole aumento, nei mesi estivi, della domanda di posti barca per unità da diporto iscritte in altre Regioni o all'estero può creare difficoltà di attracco e conseguenti problemi di affollamento anche in Campania, Liguria e Toscana.
Sono trascorsi, ormai, oltre quarant'anni da quando è stata divulgata la prima edizione de "Il Diporto Nautico in Italia" e tale pubblicazione costituisce sempre un ragguardevole strumento informativo per gli operatori del settore e gli appassionati del mare, di rilevante utilità per la crescita e lo sviluppo della nautica da diporto, straordinario volano dell'industria e del turismo nel nostro meraviglioso Paese.


Il Direttore Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione
Ing. Mario Laurenti

Il diporto nautico in Italia - Anno 2007

Data del documento: 24/09/2010
Data ultima modifica: 17/08/2012
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione