Gestione sistema aeroportuale nazionale e delle reti aeroportuali

Il quadro di riferimento europeo, in termini di previsione di crescita della domanda di trasporto, impone di riconsiderare le strategie nazionali di settore, al fine di consentire al sistema aerportuale nazionale di intercettare le sfide e consolidare il posizionamento dell’Italia nello scenario del trasporto aereo.

La presenza di una rete di scali aeroportuali efficiente ed integrata rappresenta una condizione essenziale per la mobilità dei cittadini e lo sviluppo economico e sostenibile del Paese. A tal fine, lo sviluppo dell’interazione con le altre reti di trasporto e l’incentivazione di reti aeroportuali facenti capo ad un unico gestore rappresentano una necessità su cui puntare per potenziare il sistema nella sua globalità. Anche gli investimenti sia pubblici che privati necessitano di una programmazione strategica che migliori le modalità di accesso agli aeroporti, le infrastrutture aeroportuali e i modelli gestionali in modo da garantire ai passeggeri standard qualitativi elevati.

L’individuazione delle best practices dei modelli gestionali a sua volta non può prescindere dall’analisi degli assetti istituzionali dei Paesi membri dell’UE, in quanto la scelta organizzativa per la gestione degli aeroporti attiene alle prerogative di ogni Stato sovrano.

Con riferimento al settore cargo, le logiche alla base di un approccio di pianificazione del sistema nazionale sono legate all’integrazione delle strategie ed alle scelte logistiche definite da tutti gli attori del settore. Il potenziamento dello stesso necessita di infrastrutture dedicate e di azioni finalizzate a superare le carenze endemiche del settore che penalizzano gli aeroporti nazionali e le economie dei territori interessati.

Nell’ambito dell’attenzione alle esigenze del passeggero si inseriscono poi una serie di iniziative per il miglioramento del sistema; il Regolamento CE 261 del 2004 sulla tutela dei diritti del passeggero prevede un intervento dell’Autorità ai soli fini sanzionatori. Ove, al contrario, siano attribuiti maggiori poteri agli organismi nazionali, ivi inclusa una sorta di giudizio arbitrale sul mancato rispetto del regolamento da parte del vettore, si potrebbero risolvere più tempestivamente ed efficacemente le richieste di soddisfazione del passeggero.

Gestione sistema aeroportuale nazionale e delle reti aeroportuali
A) Sviluppo del Traffico e Pianificazione delle Infrastrutture aeroportuali
B) Reti e intermodalità
C) Investimenti pubblici e privati nel settore dell’aviazione civile
D) Modelli gestionali nelle diverse realtà dei Paesi dell’UE: individuazione best practices
E) Nuove prospettive per il trasporto cargo
Data di ultima modifica: 06/03/2019
Data di pubblicazione: 27/02/2019