Conseguimento Carta Qualificazione Conducente (CQC)

La carta di qualificazione è conseguita superando uno specifico esame di idoneità cui si è ammessi dopo aver frequentato un corso di formazione.

I corsi sono organizzati dalle autoscuole che svolgono esami di teoria e di guida per il conseguimento di tutte le patenti, dai consorzi di autoscuole, dagli enti autorizzati.

I titolari della carta di qualificazione del conducente per il trasporto di cose che intendono estenderla anche al trasporto di persone frequentano la parte del corso dedicata esclusivamente a questa specializzazione; ugualmente, i titolari della carta di qualificazione del conducente per il trasporto di persone, che intendono estenderla anche al trasporto di cose, frequentano esclusivamente la parte del corso specifica per questa specializzazione.

Per il conseguimento della  CQC è necessario possedere i seguenti requisiti:

  •  essere residenti in Italia
  •  essere residenti in Stati non appartenenti all'Unione europea o allo Spazio economico europeo, e prestare la propria attività alle dipendenze di un'impresa di autotrasporto di persone o di cose stabilita in Italia. L’ammissione al corso è subordinata all’esibizione del permesso di soggiorno in corso di validità.
  •  aver compiuto i 18 anni di età, per guidare veicoli adibiti al trasporti di merci per cui è richiesta la patente di guida delle categorie C e CE, in deroga al limite di massa complessiva a pieno carico di 7,5 t;
  • aver compiuto i 21 anni di età, per guidare veicoli adibiti al trasporto di passeggeri per cui è richiesta la patente di guida delle categorie D e DE.


L’esame, previo corso di formazione, dovrà essere sostenuto anche dai conducenti che non hanno richiesto il rilascio della CQC per documentazione entro le scadenze previste.


Modalità esame conseguimento CQC

Dove

Ufficio della Motorizzazione civile

Come

L’esame si svolge con il metodo dei quiz informatizzati presso l'Ufficio dove il quale il candidato ha presentato domanda di conseguimento della CQC; la durata di ogni  prova  è 120 minuti e per il superamento della stessa sono consentiti al massimo 6 errori su 60 domande.

 

In merito si precisa che:

•             per il conseguimento della CQC il candidato deve sostenere due prove: una "comune" (valida cioè per i candidati che intendono conseguire la CQC  sia per il trasporto di cose che per il trasporto di persone), ed una "specialistica" (in funzione del tipo di abilitazione richiesta);

•             non è possibile sostenere nello stesso giorno, per lo stesso candidato, gli esami per la parte comune e per la parte specialistica in quanto il sistema deve prima acquisire l’esito della parte comune;

•             il candidato idoneo alla parte comune potrà prenotarsi con la stessa pratica alla parte specialistica; se verrà respinto alla parte specialistica potrà sostenere di nuovo quest’ultima, (dopo che siano trascorsi almeno 30 giorni dalla data della prova conclusa con esito negativo) presentando una nuova domanda, senza ripetere la parte comune;

•             in caso di esito negativo di una prova (comune o specialistica) deve essere sempre presentata una nuova domanda e l’esame potrà essere sostenuto soltanto dopo che siano trascorsi almeno 30 giorni dalla data della prova conclusa con esito negativo;

•             può essere ammesso a sostenere le prove (comune e specialistica)  il candidato che ha presentato l'istanza quando l'attestato di frequenza era ancora in corso di validità (la validità dell’attestato è di 1 anno dalla data di fine corso);

Nel caso in cui l'attestato di frequenza scada mentre sono in corso le procedure d'esame, ed una delle due prove dovesse avere esito sfavorevole, il candidato, nel caso intendesse ancora conseguire la CQC dovrà frequentare nuovamente il corso di formazione iniziale e sostenere sia la prova comune che la prova specialistica;

Il candidato già in possesso della CQC per il trasporto di cose (o trasporto persone) che intenda estendere detta abilitazione anche al trasporto di persone (o trasporto di cose) effettua la sola prova "specialistica”;

Il candidato già in possesso dell'attestato di idoneità per l'accesso alla professione di autotrasportatore per il trasporto di cose (o di persone) che intende conseguire la CQC valida per il trasporto di cose (o di persone) effettua la sola prova "comune”;

L'esame è svolto esclusivamente in lingua italiana, oppure in francese  o in tedesco (minoranze linguistiche tutelate dalle norme vigenti); in questa prima fase non è prevista la possibilità, per il candidato, di ascoltare in cuffia la lettura dei quiz.

La CQC viene rilasciata contestualmente al superamento della prova conclusiva ed ha validità di 5 anni a decorrere dalla data di superamento dell’esame.

Il rinnovo della CQC, da effettuare ogni cinque anni, è subordinato alla frequenza di un corso di formazione periodica di 35 ore da effettuare presso un’autoscuola o altro ente autorizzato.


Documentazione

 

  • Domanda su modello
    • TT746C, quando deve emettersi una CQC formato card;
    • TT2112, quando deve emettersi una patente CQC.

                disponibili: allo sportello dell'Ufficio 

                                  on line sul Portale dell'automobilista

  • attestato di frequenza del corso di formazione iniziale , che certifichi che il corso stesso è terminato non oltre i 12 mesi antecedenti la data di effettuazione dell’esame per il rilascio della carta di qualificazione del conducente;
  • attestazione del versamento di euro  16,20 sul c/c  9001                                                     (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)
  • attestazione del versamento di euro 16 sul c/c  4028 (per la presentazione della pratica);
  • attestazione del versamento di euro 16 su c/c  4028 (per il rilascio del documento) ;
  • una fotografia recente del volto del conducente a capo scoperto e su sfondo bianco ;
  • fotocopia della patente di guida.

Per conducenti titolari di patente rilasciata da uno Stato extra UE o extra SEE (Spazio Economico Europeo) che svolgono l'attività di conducente alle dipendenze di un'impresa avente sede in Italia, è necessario presentare anche :

  • fotocopia della patente estera
  • documentazione utile alla valutazione di equipollenza dei documenti rilasciati da Stati esteri
  • un'attestazione del rapporto di lavoro intercorrente con l'impresa, redatta dal legale rappresentante della stessa in conformità all'allegato 1 della circolare 3.4.2014, n. 7787

Avvertenze per cittadini extracomunitari

 

Soggetti legittimati alla presentazione della domanda

Data di ultima modifica: 10/06/2016
Data di pubblicazione: 17/03/2016