stampa
chiudi
Le fondamenta del piano di azione italiano sui "Principi guida delle Nazioni Unite sulle imprese e i diritti umani"
“Nell’anno 2011, il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite ha adottato, all’unanimità, il documento “Principi Guida per le imprese e i diritti umani (UN Guiding Principles for business & human rights)”, definendo un sistema di regole standard di comportamento in materia di diritti umani rivolto alle imprese ed agli Stati che hanno il compito di verificarne lo stato di attuazione.
La Commissione Europea ha invitato tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea a predisporre un Piano d’Azione Nazionale per dare attuazione ai Principi Guida dell’ONU, basato su tre importanti temi etico-politici che individuano responsabilità diverse e complementari per ciascun gruppo di soggetti:
1. il dovere dello Stato di tutelare i diritti umani contro gli abusi;
2. la responsabilità delle imprese di rispettare i diritti umani;
3. una maggiore accessibilità a rimedi efficaci, di carattere giurisdizionale e non, per le vittime degli abusi.
Nell’ambito del primo tema  (“Il dovere dello Stato di proteggere i diritti umani”), si segnala la Sezione 6 del documento in parola recante “Politiche per gli appalti pubblici”,  redatta con il contributo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione Generale per la regolazione e i contratti pubblici.”