sei in » home page»ministero»Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici


Il ministro

Ministro
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Decreto Ministeriale del 29/10/1997
emessa da: Ministero dei lavori pubblici
Pubblicazione della norma sulla G.U. n. 292 del 16/12/1997
Titolo/Oggetto
Approvazione di prototipidi di apparecchiature per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di velocità e loro modalità di impiego
testo
IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI
Visto l'art. 142, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992,
n. 285, nuovo codice della strada;
Visto l'art. 345 del decreto del Presidente della Repubblica 16
dicembre 1992, n. 495, regolamento di esecuzione e di attuazione del
nuovo codice della strada, come modificato dall'art. 197 del decreto
del Presidente della Repubblica 16 settembre 1996, n. 610;
Considerato che l'art. 345 del regolamento, come modificato
dall'art. 197 del decreto del Presidente della Repubblica n.
610/1996, prevede che in sede di approvazione delle apparecchiature
per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di velocita' deve
essere disposto che al valore di velocita' rilevato sia applicata una
riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h;
Considerato che negli anni scorsi sono state approvate solo
apparecchiature con tolleranze strumentali inferiori al 5%;
Visti i pareri n. 85 e n. 201 espressi dalla V sezione del
Consiglio superiore dei lavori pubblici, nelle adunanze
rispettivamente in data 17 maggio 1995 e 19 giugno 1996 circa la
opportunita' di eseguire la verifica delle apparecchiature approvate
nel corso degli anni trascorsi valutando anche la possibilita' di
revocare approvazioni di apparecchiature tecnologicamente superate;
Attesa la necessita' di uniformare i comportamenti degli organi di
Polizia stradale interessati all'uso delle apparecchiature di che
trattasi e dei costruttori delle stesse apparecchiature, nonche'
attuare quanto espresso nei citati pareri del Consiglio superiore dei
lavori pubblici;
Decreta:

Art. 1.
Tutti i decreti di approvazione delle apparecchiature per
l'accertamento dell'osservanza dei limiti di velocita' devono
intendersi modificati con l'aggiunta del seguente periodo:
"Nell'impiego del presente apparecchio, per gli accertamenti della
velocita', al valore rilevato della velocita' deve essere applicata
una riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h. Nella riduzione e'
compresa anche la tolleranza strumentale".

Art. 2.
A decorrere dal 1 giugno 1998 tutte le approvazioni di
apparecchiature per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di
velocita' rilasciate prima del 31 dicembre 1980 sono revocate. I
costruttori delle apparecchiature e gli altri soggetti interessati
che intendono mantenere in commercio dispositivi approvati prima del
31 dicembre 1980 devono avanzare istanza di convalida della
approvazione a suo tempo rilasciata, all'Ispettorato generale per la
circolazione e la sicurezza stradale presso il Ministero dei lavori
pubblici, almeno tre mesi prima del 1 giugno 1998, seguendo la
procedura prevista all'art. 192 del regolamento di esecuzione e di
attuazione del nuovo codice della strada. Dispositivi la cui
approvazione e' revocata non possono piu' essere impiegati per
l'accertamento delle violazioni ai limiti di velocita'.

Art. 3.
Le approvazioni di apparecchiature per l'osservanza dei limiti di
velocita' concesse a decorrere dal 1 gennaio 1981 decadono venti anni
dopo il loro rilascio. Per la convalida di approvazione si applica la
procedura descritta all'art. 2 con domanda avanzata dagli interessati
almeno sei mesi prima della decadenza.

Art. 4.
Gli organi di Polizia stradale interessati all'uso delle
apparecchiature per l'accertamento dell'osservanza dei limiti di
velocita' sono tenuti a verificare che sulle apparecchiature stesse
siano riportati gli estremi di approvazione rilasciata dal Ministero
dei lavori pubblici e rispettare le modalita' di installazione e di
impiego previste nei manuali d'uso.
Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 29 ottobre 1997
Il Ministro: Costa
Registrato alla Corte dei conti il 21 novembre 1997
Registro n. 2 Lavori pubblici, foglio n. 324



documenti da scaricare
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione