sei in » home page»ministero»Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione, gli Affari...»Direzione Generale per la Vigilanza sulle Autorità Portuali, le Infrastrutture Portuali ed il Trasporto Marittimo e per Vie d’Acqua Interne


Il ministro

Ministro
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Decreto Interministeriale del 26/02/2013
emessa da: Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti
Pubblicazione della norma sulla G.U. n. 88 del 15/04/2013
Titolo/Oggetto
Definizione delle modalità di comunicazioni telematiche necessarie per lo svolgimento dell'attività di noleggio occasionale di unità da diporto.
testo
Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
DI CONCERTO CON
Il Ministro dell’Economia e delle Finanze
E CON
Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

VISTO il decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante “codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE, a norma dell’art. 6 della legge 8 luglio 2003, n. 172”;
VISTO il decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, recante: “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”, convertito con modificazione dalla legge di conversione 24 marzo 2012, n. 27 ed in particolare l’art. 59-ter che ha modificato il testo del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, introducendo l’art. 49-bis rubricato “ noleggio occasionale”;
VISTO altresì il comma 3, del predetto 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, che subordina l’effettuazione del noleggio occasionale ad una comunicazione, da eseguire mediante modalità telematiche, all’Agenzia delle entrate e alla Capitaneria di porto territorialmente competente, nonché all’Inps e all’Inail nel caso di impiego di personale;
VISTO il comma 4 dell’art. 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, che demanda la definizione delle modalità di attuazione delle disposizioni di cui al summenzionato comma 3 ad un decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze ed il Ministro del lavoro e delle politiche sociali;
RITENUTO opportuno adottare un modello unico della predetta comunicazione da presentarsi agli uffici competenti delle amministrazioni indicate dal comma 3 dell’articolo 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, secondo le modalità prescritte da ciascuno degli stessi:
DECRETA
Art. 1
Modello di comunicazione ai fini del noleggio occasionale
di imbarcazioni e navi da diporto alla Agenzia delle Entrate ed alle Capitanerie di porto
1. La comunicazione di noleggio occasionale di imbarcazioni e navi da diporto, come disciplinato dall’articolo 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, è resa in conformità al modello di cui all’allegato I del presente decreto, che ne costituisce parte integrante.
2. La comunicazione di cui al comma 1 è compilata, sottoscritta e trasmessa, prima dell’inizio di ciascuna attività di noleggio occasionale, ai competenti uffici delle amministrazioni indicate al comma 3 dell’articolo 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171.
Art. 2
Modalità di comunicazione alla Capitaneria di Porto
1. I soggetti, così come individuati dall’articolo 49-bis, comma 1, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, compilano e sottoscrivono il modello in formato “.pdf” contenuto nel sito istituzionale delle Capitanerie di porto – Guardia costiera, inviandolo a mezzo posta elettronica alla Capitaneria di porto territorialmente competente.
Art. 3
Modalità di comunicazione all’Agenzia delle Entrate
1. Contestualmente alla comunicazione di cui al precedente art. 2, comma 1, i soggetti ivi indicati trasmettono all’ Agenzia delle Entrate il modello di cui all’allegato I, compilato e sottoscritto con firma leggibile, in formato “.pdf”, o “.gif” o “.tiff” o “.jpg”, in allegato a messaggio di posta elettronica indirizzato alla casella dc.acc.noleggio@agenziaentrate.it .
Art. 4
Modalità di comunicazione all’Inps e all’Inail
1. I soggetti di cui all’articolo 49-bis, comma 1, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, nel caso di attività di noleggio di imbarcazioni e navi da diporto che diano luogo a prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio, effettuano la comunicazione di cui al comma 3 del medesimo articolo attraverso le modalità operative già previste dall’Inps e dall’Inail in materia di comunicazione preventiva per l’inizio di attività di lavoro occasionale accessorio.
2. La comunicazione di cui al comma 1 riporta l’indicazione:
a) dei dati anagrafici e del codice fiscale del titolare persona fisica ovvero dell’utilizzatore a titolo di locazione finanziaria dell’imbarcazione o nave da diporto adibita al noleggio;
b) degli estremi identificativi dell’imbarcazione o nave da diporto adibita al noleggio;
c) dei dati anagrafici e del codice fiscale del soggetto prestatore di lavoro occasionale;
d) del tipo di attività prestata in forma occasionale nonché della data di inizio e fine della prestazione.
Art. 5
Effettuazione e tenuta delle comunicazioni
1. Copia delle comunicazioni e del contratto di noleggio, nonché le ricevute delle avvenute trasmissioni agli uffici delle amministrazioni indicate al comma 3 dell’articolo 49-bis del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, devono essere tenute a bordo dell’imbarcazione o nave da diporto a disposizione delle autorità di controllo.

Roma, 26 febbraio 2013

Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
Passera

Il Ministro dell'economia e delle finanze
Grilli

Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali
Fornero


Registrato alla Corte dei conti il 28 marzo 2013
Ufficio di controllo atti Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti e del Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio
e del mare, registro n. 2, foglio n. 243
documenti da scaricare
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione