sei in » home page»ministero»Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione, gli Affari...»Direzione Generale per il Trasporto e le Infrastrutture Ferroviarie


Il ministro

Ministro
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Lavori di adeguamento delle linee esistenti: il Frejus

   
   
I lavori di adeguamento della sagoma e di miglioramento della sicurezza in corso di realizzazione nel Traforo del Frejus sulla linea storica di collegamento ferroviario tra l'Italia e la Francia costituiscono un primo concreto esempio di applicazione delle STI sulla rete esistente. Il tratto interessato parte dal nuovo terminale dell'autostrada ferroviaria (AFA) di Orbassano (Torino) e, passando per il Traforo del 1871, raggiunge il terminale di Aiton (Saint Jean de la Maurienne). La tecnica usata per aumentare la sagoma libera è stata quella di abbassare il piano del ferro (foto n° 4 e n° 5)

Frejus1 

1. Ingresso storico del Traforo del Frejus a Modane (Francia). L'ingresso attualmente situato a circa 500 m di distanza in quanto il vecchio ingresso è stato abbandonato a causa di una frana che ne ha ostruito il passaggio

 

 

Frejus2                 

2. Traforo del Frejus - confluenza del canale di diramazione - Viaggio inaugurale  17/9/1871               

       

 

                

 

 Frejus3

  3. Traforo del Frejus - stessa posizione  foto 2 - marzo 2008 durante i lavori di adeguamento

 

 

Frejus5  4.            Frejus4 5.

4,5. Traforo del Frejus - Lavori di adeguamento della sagoma sul versante francese in occasione della visita del Comitato permanente italo-francese per l'autostrada ferroviaria alpina (AFA) 18/03/2008

Nella foto 4. si nota l'abbassamento del piano del ferro sul lato sx 
Nella foto 5. si nota la macchina escavatrice in funzione


                                                                       

Data del documento: 05/06/2009
Data ultima modifica: 02/09/2010
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione