sei in » home page»ministero»Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi...»Direzione Generale per la Condizione Abitativa

Ministro Delrio
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA (D.P.C.M. 16 Luglio 2009)

Il Piano nazionale di edilizia abitativa approvato con DPCM 16 luglio 2009 (la cui dotazione complessiva ammonta ad oltre 800 milioni di euro) consente al Ministero di proseguire nell'attività istituzionale di riduzione del disagio e di incrementare l'offerta abitativa a canoni sostenibili mediante programmi costruttivi orientati alla sostenibilità ambientale ed energetica promuovendo, al contempo, la partecipazione di soggetti pubblici e privati.

In particolare, il Piano nazionale individua come categorie beneficiarie delle realizzazioni, da destinare prioritariamente a prima casa, i seguenti soggetti;

a) nuclei familiari a basso reddito anche monoparentali o monoreddito;

b) giovani coppie a basso reddito;

c) anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate;

d) studenti fuori sede;

e) soggetti sottoposti a procedure esecutive di rilascio;

f) altri soggetti in possesso dei requisiti di cui all'articolo 1 della legge 8 febbraio 2007, n. 9;

g) immigrati regolari a basso reddito, residenti da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione.

 

Il Piano si configura come un complesso di interventi (edilizia residenziale pubblica, project financing, agevolazioni alle cooperative edilizia oltre ad un sistema integrato di fondi immobiliari) da attivare con il cofinanziamento degli enti locali (regioni, comuni, ex Iacp) da realizzare nel rispetto dei criteri di efficienza energetica . Il sistema degli interventi è, pertanto, riconducibile alle seguenti tre macro-aree di intervento:

1.1 interventi di edilizia residenziale pubblica (200 milioni);

1.2 accordi di programma con le regioni (377,8 + 112,2 milioni);

1.3 sistema integrato dei fondi immobiliari (150 milioni).

 

1.1 Interventi di cui all'art. 1, comma 1, lett. f) del Piano nazionale  

Per quanto concerne gli interventi di cui all'articolo 1, comma 1, lettera f) del Piano nazionale di edilizia abitativa, destinati al sistema dell'edilizia residenziale pubblica si segnala che il programma consente  di rendere disponibili 5059 alloggi  di cui n. 146 mediante acquisto, n. 209 da locazione, n. 4220 da recupero/ristrutturazione e 484 da nuova costruzione.

 

1.2 Accordi di programma di cui all'art.4 del Piano nazionale

A tale linea d'intervento del Piano nazionale sono stati destinati inizialmente 377 milioni di euro ripartiti tra le regioni e province autonome con Decreto interministeriale infrastrutture e trasporti- economia e finanze dell'8 marzo 2010.

Successivamente sono stati destinati ulteriori 112 milioni di euro con il Decreto interministeriale infrastrutture e trasporti- economia e finanze del 19.12.2011 che renderanno possibile la sottoscrizione di una seconda tornata di Accordi (Atti aggiuntivi).

ACCORDI DI PROGRAMMA SOTTOSCRITTI

 

 

 

 

ATTI AGGIUNTIVI SOTTOSCRITTI

            Decreto interministeriale 24.01.2014, n. 20 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

            Decreto interministeriale 07.03.2014, n.77 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

            Decreto interministeriale 30.03.2015, n. 118 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)  

           Decreto interministeriale 09.10.2015, n. 334 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

           Decreto interministeriale 09.10.2015, n.333 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

           Decreto interministeriale 09.10.2015, n.332 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

          Decreto interministeriale 09.10.2015, n. 335 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

         Decreto interministeriale 09.10.2015, n. 336 (di approvazione dell'Atto aggiuntivo)

 

1.3  Sistema integrato di fondi immobiliari - Fondo Investimenti per l'Abitare (F.I.A.)

CDP Investimenti SGR s.p.a. è risultato, a seguito di gara a procedura aperta a livello europeo, soggetto affidatario del servizio di gestione del Fondo Nazionale. Il Ministero ha sottoscritto n. 280 quote di classe "B" del  "Fondo Investimenti per l'Abitare" promosso dalla SGR, per un valore nominale complessivo di 140 milioni di euro.

Tenuto conto che il patrimonio raccolto dal Fondo Investimenti per l'Abitare (F.I.A.) è pari a 2 miliardi  di euro, si può stimare in circa 45.000 il numero degli alloggi complessivamente realizzabili con questa linea d'intervento del Piano nazionale di edilizia abitativa.

1.3.1 Linee guida agli Enti territoriali per l'attuazione del Sistema integrato di fondi (SIF)

Le Linee guida - predisposte dal Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento del tesoro, d'intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Direzione generale per l'edilizia abitativa - si rivolgono agli Enti territoriali che intendano attivare iniziative in sede locale per giungere alla costituzione di un sistema integrato nazionale e locale di fondi immobiliari (SIF) per l'acquisizione e la realizzazione di immobili per l'edilizia residenziale ovvero per la promozione di strumenti finanziari immobiliari innovativi con la partecipazione di soggetti pubblici e/o privati per la valorizzazione e l'incremento dell'offerta abitativa in locazione.

Le Linee guida forniscono indicazioni affinché gli Enti territoriali valutino attentamente le iniziative da intraprendere in termini di compatibilità con la normativa nazionale e comunitaria, con riferimento, in particolare, ai profili del trattamento contabile dell'operazione; della rilevanza in materia di aiuti di Stato e dell'impatto sul bilancio dell'Ente territoriale per il rispetto del patto di stabilità interno.

 

MONITORAGGIO PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA

1.1 Interventi di cui all'art.1, comma 1, lett. f) (alloggi comunali ed ex IACP)

 

1.2 Accordi di Programma

      Atti aggiuntivi agli Accordi di programma

1.3 Fondo FIA (fondo investimenti per l'abitare - CDP/SGR)

 

 

 

Data del documento: 17/09/2009
Data ultima modifica: 29/01/2016
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione