sei in » home page»ministero»Uffici di diretta collaborazione del Ministro»Ufficio Stampa

Ministro Delrio
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Volkswagen: il Mit avvia indagine con la casa costruttrice e il principale omologatore, ed esprime “preoccupazione per l’accaduto”

In relazione alle notizie emerse sul caso Volkswagen, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti oggi interpella sull’accaduto, sia il KBA, Kraftfahrt-Bundesamt, soggetto terzo, il maggiore omologatore delle auto in questione, sia il costruttore.
Il Ministero chiede di  conoscere se il medesimo illecito, avvenuto negli Usa dove vigono però  regole differenti per la omologazione,  risulti essere praticato su omologazioni della stessa autorità tedesca per l’Europa  e se i veicoli sono stati commercializzati in Italia.
Nella lettera rivolta al KBA si esprime “preoccupazione in merito all’accaduto, in relazione alla protezione dell’ambiente ed alle possibili ripercussioni sul  sistema di omologazione  dei veicoli,  vigente nell’Unione europea”.
Si chiede quindi conto “se le anomalie riscontrate possano  riguardare  anche veicoli omologati e commercializzati nel territorio dell’Unione”.  In questo caso si chiede, come Ministero, di  “acquisire i risultati dei controlli di conformità che il KBA vorrà effettuare, a tutela dell’ambiente e della qualità dei prodotti omologati per il mercato dell’Unione”. 

SCHEDA
La certificazione della rispondenza delle omologazioni dei veicoli, ed in queste ricomprese le verifiche della rispondenza alle emissioni inquinanti, sono emesse sulla base della norma comunitaria  - obbligatoria – Direttiva Quadro 2007/46 inerenti le procedure e le verifiche di tutti i veicoli.
Ogni Stato della Comunità Europea rilascia i certificati di omologazione sulla base delle verifiche condotte sulle diverse tipologie di veicoli di ciascun costruttore che lo richieda.
Nel caso specifico del costruttore Audi-Volkswagen le omologazioni sono rilasciate nella maggioranza dei casi dal KBA – autorità tedesca di certificazione.
La stessa Direttiva quadro obbliga tutti gli Stati Membri ad immatricolare qualsiasi tipo di veicolo e marca che abbia un certificato valido rilasciato da un qualsiasi paese, senza ulteriori controlli preventivi.

Roma, 22 settembre 2015

---------------------------------

Delrio commenta il caso VW durante la visita al Salone nautico di Genova

30 settembre 2015 - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, a margine della visita al Salone Nautico di Genova, ha commentato la vicenda Volkswagen."Stiamo attendendo i dati sui veicoli falsati dall'installazione della centralina, arriveranno tra non moltissimo: poi bisognerà decidere con gli altri paesi quali azioni intraprendere con la casa automobilistica. C'è la necessità di un coordinamento europeo".

"E' chiaro - ha proseguito il Ministro - che le industrie sono tutte interconnesse. Esiste molta componentistica, molta tecnologia italiana anche sulle macchine tedesche, quindi non dobbiamo gioire delle disgrazie altrui. Questo non significa però che non dobbiamo chiedere pulizia dei dati, trasparenza, e di rimediare al danno fatto a cittadini e consumatori e anche alle autorità vigilante. Perchè sia noi sia il ministro dei trasporti tedesco siamo parte lesa in questa vicenda".


---------------------------------

Delrio commenta il caso VW al Consiglio dei Ministri dei Trasporti UE

8 ottobre 2015 - "L'Italia ha ribadito anche stamani alla Commissione Ue che vuole essere assolutamente in linea con l'accelerazione dell'introduzione delle nuove prove su strada. Bisogna che sostituiscano quelle di laboratorio e siano il punto di riferimento per l'omologazione". A dirlo è il ministro dei Trasporti Graziano Delrio a margine del consiglio dei Ministri dei Trasporti Ue tenutosi questa mattina a Lussemburgo. "Stiamo dando la collaborazione tecnica necessaria per poter accedere rapidamente ad un nuovo regolamento delle prove su strada ed accelerarne la pratica".

Data del documento: 22/09/2015
Data ultima modifica: 13/10/2015
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione