sei in » home page»ministero»Uffici di diretta collaborazione del Ministro»Ufficio Stampa

Ministro Delrio
casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
A3 VIADOTTO ITALIA

Riaprono due carreggiate del Viadotto Italia
Delrio: "A3 completamente percorribile"

24 luglio 2015 - MORMANNO (COSENZA), 24 luglio - Saranno riaperte stasera due corsie su un'unica carreggiata del Viadotto Italia, che collega il grande traffico tra Calabria e il resto del Paese.
Il tratto dell'A3 Salerno - Reggio Calabria era chiuso dal 2 marzo scorso a causa del crollo di una campata.
Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha partecipato oggi con il presidente e amministratore delegato di Anas Gianni Vittorio Armani all'apertura della Galleria Fossino e a un incontro con la stampa al campo base del cantiere dell'A 3, in cui è stato dato l'annuncio.
Prima di iniziare è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Adrian Miholca, l'operaio morto lo scorso 2 marzo nel crollo del Viadotto Italia. "La perdita gravissima di Adrian - ha detto Delrio - è stata e sarà onorata, anche se non se ne cancella la gravità, con il lavoro quotidiano di ognuno di noi e facendo ciascuno la sua parte".
"Il Presidente Renzi vuole che l'A3 sia completata. - ha continuato Delrio -  C'è però una condizione perché ciò avvenga. Quest'opera è stata a lungo oggetto di interessi e di infiltrazioni della criminalità organizzata che hanno determinato ritardi nei lavori e hanno tolto lavoro ed economia al  territorio e ai cittadini. Non è vero che la magistratura è nemica della politica. In questo caso con il procuratore Mazzotta, come a Expo e al Mose con Raffaele Cantone, la magistratura aiuta la politica a battere la corruzione e il malaffare e a terminare i lavori. Solo così riusciremo a ridare di quest'opera non un racconto negativo ma di speranza e di rinascita della Calabria, del Meridione e dell'Italia tutta".
E ora "gli italiani devono tornare in vacanza in Calabria. Coraggio". Ci sarà un solo tratto a due corsie, quello del viadotto Italia, "e saremo soddisfatti solo quando l'intero lavoro sarà finito, ma l'arteria è comunque completamente percorribile, non è più quell'incubo troppe volte raccontato".

  ---------------------------------

 A3 Salerno-Reggio Calabria: riapre la carreggiata nord del Viadotto Italia

24 luglio 2015
- Delrio: “Lavorato con la maggiore efficienza e rapidità per dare risposte concrete alla cittadinanza coinvolta e agli italiani in viaggio”

(continua)

---------------------------------------

 A3 Viadotto Italia, Delrio e Armani: “Autorizzazione alla demolizione passo importante verso riapertura autostrada”.
“Un ringraziamento alla Procura di Castrovillari e al procuratore generale di Catanzaro Raffaele Mazzotta”

8 luglio 2015 - Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e il Presidente e amministratore delegato di Anas Gianni Armani commentano positivamente in una nota congiunta  l’autorizzazione data ad Anas dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, d'intesa con il procuratore generale di Catanzaro Raffaele Mazzotta, di procedere alla demolizione delle quattro campate del viadotto Italia sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria.

“La possibilità di procedere alla demolizione  - affermano Delrio e Armani - è un passo importante verso la riapertura del tratto chiuso dell’autostrada A3 prima dei grandi flussi di traffico dell’esodo estivo. I lavori di ripristino del viadotto verranno completati al più presto, garantendo la sicurezza del cantiere e della circolazione”.

“Va il nostro ringraziamento alla Procura di Castrovillari e al procuratore generale di Catanzaro – concludono – che, in condizioni di criticità come nel caso del Viadotto Italia, hanno agito con grandissimo impegno per consentire al più presto i lavori”.

--------------------------------------------


Question time. Risposta del Ministro Delrio all’interrogazione parlamentare n. 3-01552 sul ripristino della viabilità ordinaria sull'autostrada A3 a seguito della vicenda del crollo del viadotto Italia (On. Barbanti ed altri)

17 giugno 2015 - Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha risposto ad un interrogazione parlamentare (n. 3-01552) sul ripristino della viabilità ordinaria sull'autostrada A3 a seguito della vicenda del crollo del viadotto Italia. Ecco il testo della risposta:

 “Grazie, Presidente, e grazie all'onorevole Barbanti, che ci consente di fare il punto sul grave fatto accaduto a seguito del crollo della campata del viadotto Italia. Come sapete, la procura di Castrovillari ha posto sotto sequestro l'intero viadotto, ed è una disposizione tuttora vigente. Questo è uno degli elementi che ovviamente limita l'azione completa da parte di ANAS.
Le gravi difficoltà del territorio, la mancanza di collegamenti e la mancanza di alternative ci sono noti, abbiamo incontrato il Presidente della regione, i sindaci e i dirigenti di Anas fin da subito. Siamo quotidianamente in contatto con i responsabili di Anas di tutta la Calabria e, come sapete, dopo questo lavoro intenso, a partire dal 27 maggio scorso, solamente pochi giorni fa, è stata autorizzata la rimozione delle macerie a seguito del grave incidente in cui purtroppo, come sapete, ha perso la vita l'operaio.
Dopo ciò è partita la contestuale prosecuzione di accertamenti tecnici e la possibilità per gli operatori di proporre alla procura un progetto di ricostruzione, di rimodulazione, di messa in sicurezza dell'altra carreggiata. Durante l'incontro del 3 giugno ho assunto degli specifici impegni circa il finanziamento anche della viabilità alternativa. Nel piano pluriennale Anas abbiamo stanziato 27 milioni di euro per potere modificare la viabilità alternativa. È in corso di studio avanzato il tavolo per rendere di nuovo nazionale la strada statale 19 che si trova in uno stato di abbandono e che pure potrebbe rappresentare un'alternativa, così come stiamo valutando la possibilità di trasferire merci, come sa, su treno e su nave per evitare i disagi dovuti al trasporto con automezzi su gomma.
Il 12 giugno, pochi giorni fa, Anas, accelerando molto le pratiche, ha consegnato la documentazione tecnica che la procura ha richiesto e che è in corso di esame da parte dei periti e dovrebbe concludersi in queste ore. Ovviamente la possibile riapertura resta subordinata al lavoro della magistratura che ha mostrato comunque grande sensibilità e attenzione alle esigenze complessive del territorio e che credo che in un colloquio costruttivo con Anas potrà probabilmente autorizzare la ripresa dei lavori non appena i periti di parte della procura avranno terminato la valutazione.
Mi preme far presente che l'impegno del Governo a favore della strada nazionale calabrese prevede 890 milioni di euro per la messa in sicurezza, come lei sa, del tracciato storico della Jonica, 610 milioni per i due macrolotti della nuova autostrada, 2 miliardi 300 milioni per il completamento della Salerno-Reggio Calabria, nonché oltre 335 milioni per il completamento dell'itinerario della SS 182 «Trasversale delle Serre», perché conosciamo appunto la grave situazione viabilistica della Calabria”.


Per guardare il video della risposta clicca qui


 -----------------------------

Calabria, crollo viadotto Italia - Oggi l'incontro con Delrio: Risorse e misure alternative in attesa della ricostruzione, "Massima attenzione del governo"

3 giugno 2015 - Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha incontrato oggi, nella sede del ministero, il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio con una delegazione di sindaci e amministratori calabresi e lucani per affrontare il problema della viabilità dopo il crollo al viadotto Italia sulla A3. Hanno partecipato inoltre il Presidente e Amministratore delegato di Anas Gianni Armani e il Prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao.
In particolare il Presidente Oliverio e i Sindaci hanno evidenziato le gravi difficoltà del territorio per la mancanza di collegamento e la ricaduta del traffico pesante sui centri e le strade minori, oltre alla preoccupazione per gli effetti sul turismo, e hanno presentato diverse proposte che il Ministro ha preso in considerazione.
Il Ministro ha ringraziato “il Prefetto e gli amministratori calabresi per l’impegno profuso in questi mesi”,   “la Procura che sta svolgendo il suo lavoro a ritmo serrato” e ha garantito “da parte del Governo massima attenzione per la soluzione dell’emergenza e per garantire una mobilità in Calabria”.
Mentre la Procura prosegue l’inchiesta e Anas sta predisponendo le verifiche per l’opera  di  ricostruzione, il Ministro ha preso innanzitutto l’impegno ad accelerare il finanziamento per la sicurezza della viabilità secondaria.
Il Ministro si farà parte attiva nella verifica della fattibilità del trasporto via mare delle merci destinate a bypassare la regione, dai porti di Salerno e Napoli per i porti di Gioia Tauro e Messina.
Così come per il traffico passeggeri, e in particolare considerazione della stagione turistica, il  Ministro incontrerà  le società concessionarie per il potenziamento il traffico ferroviario e, ove possibile, areo.
Rispetto alla richiesta di commissione ministeriale, verrà valutata dopo le conclusioni imminenti della Procura.
Accogliendo le sollecitazioni degli amministratori, infine,  e d’intesa con Anas, verrà riconsiderato il progetto della Strada Statale 19 come viabilità alternativa, da realizzare e mantenere comunque attiva in modo permanente.
Data del documento: 14/07/2015
Data ultima modifica: 24/07/2015
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione