sei in » home page»ministero»Uffici di diretta collaborazione del Ministro»Ufficio Stampa

casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Grandi navi a Venezia - Lupi e Orlando: Tempi certi per la scelta della soluzione

I progetti alternativi entro il 25 luglio. Questa la decisione emersa questa mattina alla riunione svoltasi presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti convocata dal ministro Maurizio Lupi sull’emergenza grandi navi a Venezia. Per il governo era presente anche il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando.

Hanno partecipato: il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il presidente dell’Autorità portuale Paolo Costa, il comandante delle Capitanerie di porto ammiraglio Felicio Angrisano e i rappresentanti degli armatori.

Fatta la ricognizione del problema e delle criticità esistenti, la riunione si è conclusa con un aggiornamento al 25 luglio prossimo.

Si è convenuto che:

  1. Gli obiettivi da salvaguardare sono due. Primo, la tutela dell’ambiente inteso in senso lato, come impatto ambientale sulla Laguna delle soluzioni che verranno proposte e come compatibilità di scala delle navi che passano nel canale della Giudecca e nel bacino di San Marco. Secondo, la salvaguardia del valore economico del turismo per la città di Venezia e per la regione Veneto.
  2. C’è accordo generale sull’applicazione, senza ulteriori dilazioni temporali,  del decreto Passera-Clini, che vieta il passaggio delle navi oltre le 40mila tonnellate nella Giudecca e a San Marco. Quei grattacieli galleggianti non devono più passare da lì.
  3. Sono state prese sinora, e sono in atto, tutte le misure che garantiscono la sicurezza (velocità delle navi, traino, uso del gasolio meno inquinante) ed è stato chiesto alla Capitaneria un ulteriore impegno per eventuali altre misure da adottare nel periodo transitorio.
  4. Ci si è dati un tempo preciso per le decisioni: nella riunione del 25 luglio verranno presentate le proposte per l’alternativa all’attuale percorso, quelle già in fase avanzata di studio e altre che verranno approntate.

''Abbiamo individuato un percorso con tempi certi - ha dichiarato il ministro Lupi uscendo dalla riunione -  in cui l'autorità marittima, l'autorità portuale e il Comune di Venezia ci portino soluzioni mature con tempi e costi per l'attuazione. Il percorso individuato oggi è l'unico modo con cui non si dilazionano i tempi e ci si assume la responsabilità, condivisa da tutti, che davanti a Venezia le grandi navi non passino più''.

Per il ministro Orlando 'l’incontro è stato molto positivo: abbiamo ottenuto il risultato che ci eravamo prefissi: un termine certo per la presentazione dei progetti, su cui ci pronunceremo dal punto di vista della fattibilità ambientale ed economica, e la richiesta di un pacchetto di norme sul transitorio che disciplinino nel frattempo i passaggi nella Laguna''.

Roma, 13 giugno 2013

Data del documento: 13/06/2013
Data ultima modifica: 13/06/2013
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione