sei in » home page»ministero»Uffici di diretta collaborazione del Ministro»Ufficio Stampa

casa al centro del mondo
Ricerca avanzata
SERVIZI

Per segnalazioni inerenti il sito:
contatti sito
Sicurezza stradale: sì del Senato a riforma Codice. Ddl torna all’esame della Camera

Matteoli che parlaMatteoli, legge bipartisan equilibrata. Mira ad elevare livelli sicurezza e abbattere numero vittime 

Via libera del Senato al disegno di legge che riforma il Codice della strada. Il provvedimento, che è stato approvato con 138 voti favorevoli, 3 contrari e 122 astenuti, ritorna all’esame della Camera dei deputati per l’approvazione definitiva.
"Il provvedimento approvato dal Senato - ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, intervenendo in Aula nel corso della discussione sul disegno di legge - è frutto di un intenso lavoro bipartisan e credo sia un buon testo che contribuirà ad elevare i livelli della sicurezza stradale, determinando la diminuzione del numero delle vittime. Desidero pertanto ringraziare il presidente della Commissione Grillo, il relatore e tutti i gruppi parlamentari per aver saputo trovare le giuste mediazioni su una materia così complessa come è quella del Codice della strada. In un momento in cui i rapporti politici tra maggioranza e opposizione non sono dei migliori - ha aggiunto Matteoli - l'accordo su un tema che interessa tutti i cittadini è un ottima notizia che spero possa replicarsi in altre circostanze. Auspico che la Camera dei deputati approvi rapidamente questo disegno di legge".

Ecco alcune delle principali novità contenute nella riforma del Codice della Strada approvata dal Senato:

Minicar. Inasprimento delle sanzioni per chi utilizza ciclomotori e minicar con il motore truccato. Il meccanico paga una multa da 389 a 1.556 euro. Il proprietario da 148 a 594 euro. Introduzione dell'obbligo delle cinture di sicurezza per i conducenti e i passeggeri delle minicar munite delle cinture medesime;
Test antidroga per neopatentati. Obbligo per chi chiede il primo rilascio della patente di guida, nonché per chi chiede il rilascio di certificazione di abilitazione professionale, di produrre un certificato che attesti il non abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, unitamente ad una certificazione che tenga conto dei precedenti morbosi del richiedente;
Accertamenti clinico-tossicologici. Possibilità di essere sottoposti ad accertamenti clinico-tossicologici e strumentali ovvero analitici su campioni di mucosa del cavo orale quando ci sia ragionevole motivo di ritenere che il conducente dei veicolo si trovi sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope;
Licenziamento autista. Chi ha subito la sospensione della patente professionale perché ubriaco o sotto gli effetti della droga, può essere licenziato per giusta causa;
Casco sulla bicicletta per ragazzi fino a 14 anni. Introduzione dell'obbligo per i ragazzi fino a 14 anni di indossare il casco alla guida delle biciclette;
Divieto di alcolici. Dalle 3 di notte divieto per i locali notturni di vendere bevande alcoliche. Dalle 22 alle 6 divieto di vendita negli autogrill sulle autostrade di bevande superalcoliche, con multe da 2.500 a 7.000 euro. Dalle 2 alle 7 divieto della somministrazione di bevande alcoliche, con multe da 3.500 a 10.500 euro. Sospensione della licenza di vendita per 30 giorni ai gestori che non rispettano più volte il divieto nell'arco di 2 anni.

Roma, 6 maggio 2010

Data del documento: 06/05/2010
Data ultima modifica: 06/05/2010
Crediti - Note legali - Privacy - Come fare per - Servizi di egovernment attivi - Servizi di egovernment di futura attivazione