I treni dei pendolari Pop e Rock presentati a Innotrans 2018

Toninelli: Una buona notizia per tanti italiani che si spostano ogni giorno in treno
Il Ministro Toninelli a Innotrans2018

19 settembre 2018 - A Berlino InnoTrans2018 è in corso in questi giorni la più importante fiera internazionale del trasporto ferroviario e della tecnologia dei trasporti. L'evento a cadenza biennale, giunto alla sua 12ma edizione, vuole trovare soluzioni per una mobilità pubblica e rispettosa dell'ambiente, negli spazi urbani e nelle nuove conurbazioni. Tra i temi in discussione lo sviluppo del trasporto locale, l'integrazione tra trasporto su gomma e su ferro, la digitalizzazione e l'autonomizzazione del trasporto ferroviario.

 

Protagonisti della giornata di ieri, 18 settembre, i nuovi treni Pop e Rock, pensati e realizzati interamente in Italia. Presentati ufficialmente dal  Gruppo Ferrovie dello Stato italiane, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli. i nuovi convogli sono destinati ai servizi di trasporto regionale e modificheranno sensibilmente l’esperienza di viaggio dei pendolari italiani, sia per prestazioni sia per comfort.

“Sono molto contento della sinergia che si è creata tra il ministero e i nuovi vertici di Fs”,  ha sottolineato il Ministro. Che ha aggiunto: “I 600 treni Rock e Pop che inizieranno a circolare sulla rete ferroviaria italiana dal maggio 2019 confermano la priorità che l’attenzione ai pendolari ha e continuerà ad avere nelle strategie del ministero”.

Si tratta di convogli comodi, smart (hanno il wifi), veloci e rispettosi dell’ambiente, più sicuri e riciclabili per il 95% con una riduzione del 30% dei consumi energetici.  “La mia idea di mobilità è gentile – ha precisato il Ministro -abbinare cioè ecologia e tecnologia perché al centro ci deve essere il passeggero e la tutela dei centri storici”.

Tuttavia, il ministro Toninelli  ha ricordato che bisogna ancora lavorare su puntualità e comfort ma ha anche riconosciuto che ieri a Berlino “finalmente è arrivata una buona notizia per i pendolari italiani – ha concluso - e che si spera spingerà più cittadini a preferire il treno all’automobile”.

Data di ultima modifica: 19/09/2018
Data di pubblicazione: 19/09/2018