Delrio: “Giornata dell’orgoglio italiano, l’Italia ce la può fare”

Il ministro Delrio con il presidente Mattarella al varo della nave “Sea Side” e alla firma dell’accordo tra Fincantieri e Msc per nuove commesse
msc delrio

 

29 novembre 2017 - Oggi a Monfalcone, Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha rappresentato il Governo al varo della nave da crociera "Sea Side" alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il Ministro in seguito ha assistito alla firma dell accordo tra Giuseppe Bono, amministratore delegato Fincantieri, e Luigi Aponte, presidente di Msc, per la costruzione di altre due navi.

"Oggi è la giornata dell'orgoglio italiano - ha affermato il Ministro nel suo saluto – E’ una giornata di festa, per il successo ottenuto con questa nave e con la firma di oggi.

“Il mare ha scelto l’Italia e il nostro destino è nel mare – ha continuato il Ministro -, come bene da proteggere, come opportunità e risorsa. Oggi assistiamo a quanto valore e concretezza abbia l’economia del mare, alla presenza di due grandi imprenditori.

La partnership strategica tra queste due realtà , Msc e Fincantieri, offre al Paese un valore aggiunto straordinario. Siamo tutti più orgogliosi di essere italiani.

Oggi si dimostra all’Europa e al mondo intero, poiché questo è un settore che parla al mondo intero, un’affermazione molto semplice: l’Italia ce la può fare, può stare all’altezza delle sfide con gli altri Paesi, non ha paura della competizione ed è orgogliosa delle sue qualità, delle sue donne dei suoi uomini, dei suoi imprenditori, delle sue istituzioni che tutte collaborano al successo di questa impresa all’altezza delle economie globali”.

Il Ministro ha continuato: “L’economia del mare ha una dimensione internazionale ed è rilevantissima per il Paese. Per questo abbiamo voluto affrontare la Riforma della portualità e della logistica, che la rendesse più competitiva, più moderna,  mantenendo  per il Paese la valorizzazione della sua bellezza, puntando  a waterfront più accoglienti, cercando di mantenere quel collegamento così importante tra il porto e la sua città e il territorio retrostante. Per questo abbiamo cercato di coordinare le autorità portuali e gli investimenti, di migliorare  i collegamenti. Con una previsione di 80 miliardi per la logistica nel 2017 vediamo che stiamo migliorando, anche se c’è ancora molto da fare con i 12 miliardi in inefficienza a carico delle imprese italiane, che possiamo continuare a conquistare, per una maggiore competitività e una logistica efficiente, all’insegna della innovazione e della sostenibilità”.

“Il governo – ha detto ancora Delrio -  è anche impegnato in una operazione di finanziamento massiccio per il rinnovo della flotta marittima del trasporto pubblico, per renderlo più sostenibile e anche questo creerà lavoro”.

In conclusione, “lo Stato deve fare in modo di creare le regole e le opportunità per le imprese, per l’intelligenza delle forze del nostro Paese, ma quello che ci preme oggi infine è di salutare con gratitudine tutti i lavoratori. Quando guardiamo le bellissime costruzioni fatte dall’ingegno italiano, dobbiamo questo risultato al lavoro oscuro e segreto, svolto da uomini e donne che, senza vetrina, realizzano queste opere ed è questa la gratitudine più profonda che il Governo italiano vuole oggi esprimere”.

Tra le autorità presenti alla giornata, la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, il sindaco di Monfalcone, Anna Cisnit, il presidente di Assoporti, Zeno D’Agostino.

msc 29nov17

Tags
Data di ultima modifica: 29/11/2017
Data di pubblicazione: 29/11/2017