Ad un anno dall'incidente di Andria-Corato

"Non dimentichiamo. E siamo a fianco delle comunità per aumentare sicurezza ferroviaria"
andria-corato

Roma 12 luglio 2017 - “E’ trascorso un anno, niente è come prima” lo dichiara il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ricordando l’incidente ferroviario di Andria-Corato avvenuto il 12 luglio scorso.

“Siamo vicini alle famiglie e alle comunità delle vittime, in particolare ad Andria e Corato, ai sindaci, al presidente Michele Emiliano, che oggi nel dolore e con dignità ricordano i cittadini scomparsi”.

“In attesa della giustizia dovuta su quanto avvenuto, posso assicurare che non dimentichiamo - continua il Ministro – e siamo al fianco delle comunità che in tutto il Paese stanno lavorando per aumentare la sicurezza dei passeggeri”.

“E’ stato avviato un percorso nazionale per le linee ferroviarie interconnesse e dal settembre scorso sono sotto la giurisdizione dell’Agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria. Sono stati finanziati interventi che le Regioni non riuscivano a sostenere, buona parte dei quali in Puglia, e in attesa dell’introduzione del sistema di controllo della marcia del treno, sono state adottate misure di riduzione del rischio come  l’abbassamento della velocità.  Provvedimento necessario per la sicurezza, finché non saranno completate le opere di adeguamento. Le prime nuove autorizzazioni ci saranno in autunno. Continuiamo a lavorare e a non dimenticare”.

Data di ultima modifica: 12/07/2017
Data di pubblicazione: 12/07/2017