Rimborso versamenti postali errati per pratiche di motorizzazione

Rimborso versamenti errati su conto corrente postale 9001, 4028, 551002, 24927006

La richiesta di rimborso delle somme pagate per errore con i bollettini di conto corrente postale 9001, 4028, 551002, 24927006 intestati al Dipartimento trasporti terrestri deve essere presentata a Poste italiane seguendo le istruzioni e utilizzando i modelli di domanda disponibili nella pagina dedicata su www.ilportaledellautomobilista.

Requisiti

Il rimborso è possibile solo se

  • il versamento è successivo al 31 gennaio 2005
  • il motivo della richiesta di rimborso è uno dei seguenti:
    • importo del versamento errato
    • utilizzo di bollettino non conforme a quanto previsto dalla norma (i bollettini per i pagamenti al Dipartimento trasporti terrestri sono di tipo 674)
    • importo del versamento corretto, ma versato su conto corrente postale errato 9001, 4028, 551002, 24927006
    • pagamento per una pratica non presentata all'Ufficio motorizzazione civile

Inoltre

  • i bollettini di conto corrente 9001 possono essere rimborsati entro entro i tre mesi successivi al mese in cui è avvenuto il pagamento
  • i bollettini di conto corrente 4028 possono essere rimborsati entro 2 anni dal pagamento

Bollettini che non rispettano le condizioni, i requisiti e i limiti temporali indicati

Per la valutazione dei singoli casi che non rientrano tra quelli rimborsabili è possibile inviare una richiesta a:
Direzione generale del personale e degli affari generali - Divisione 3
via Giuseppe Caraci 36 - 00157 ROMA


Rimborso versamenti errati su conto corrente postale 121012

La richiesta di rimborso delle somme pagate per errore con i bollettini di conto corrente postale 121012 deve essere presentata a:
Ministero delle Infrastrutture e dei  Trasporti
Direzione Generale  per la Motorizzazione – Divisione 4 (ex Mot 4)
Via Giuseppe Caraci 36 – 00157 ROMA.

Documentazione

  • Domanda motivata in bollo da € 16,00
    La richiesta deve essere firmata, nel caso di privati, da chi ha fatto il versamento, mentre nel caso di società, dalla persona che ha potere di firma
  • Bollettino di versamento da rimborsare in originale (attestazione e ricevuta);
  • Nel caso di società: dichiarazione sostitutiva compilata utilizzando il modello allegato 3
  • Fotocopia di un documento di riconoscimento di identità in corso di validità; nel caso di società il documento deve essere della persona che ha potere di firma
  • Dichiarazione delle modalità di riscossione del rimborso
    • utilizzando il modello allegato 2
      oppure
    • indicando nella domanda una delle seguenti opzioni
      • pagamento diretto presso la Banca d’Italia o Ufficio postale con firma del diretto interessato
      • accreditamento in c/c postale (indicare il n. di c/c)
      • vaglia cambiario della Banca d’Italia - non trasferibile – da inviare a rischio e spese al domicilio dell’interessato
      • accreditamento in c/c bancario (indicare numero di conto, intestazione, banca, filiale, codici CAB,  ABI e IBAN