Carta Qualificazione del Conducente - informazioni generali

A decorrere dal 10.9.2008 per il trasporto di persone e dal 10.9.2009 per il trasporto cose, i conducenti professionali devono possedere una specifica qualificazione denominata “carta di qualificazione del conducente” (acronimo CQC), rinnovabile nella validità attraverso una formazione periodica.

Tale  qualificazione  è necessaria a chi svolge professionalmente l'attività di conducente (ad es.: trasporto cose con veicoli ad uso terzi, trasporto di persone con autobus NCC o in servizio pubblico di linea, ecc.) su veicoli per la cui guida è richiesta la patente delle categorie C1 e C (anche speciale), nonché delle categorie C1E, CE, D1, D, D1E e DE


La qualificazione professionale di tipo CQC si ottiene  con la frequenza di un corso di qualificazione iniziale ed il superamento del relativo esame presso un Ufficio della Motorizzazione.


La formazione professionale di tipo CQC si rinnova ogni 5 anni a seguito di una formazione periodica  con frequenza di apposito corso


Conducenti esenti e conducenti obbligati

 

 Sono esentati - e quindi non sono tenuti all'assolvimento degli obblighi di qualificazione e formazione - i conducenti di veicoli:

 

• la cui velocità massima autorizzata non supera 45 km/h;

• ad uso delle Forze armate, della Protezione civile, dei Vigili del fuoco e delle forze responsabili del mantenimento dell'ordine pubblico, o messi a loro disposizione;

• sottoposti a prove su strada a scopo di perfezionamento tecnico, riparazione o manutenzione, e nuovi o trasformati non ancora immessi in circolazione;

• utilizzati in servizio di emergenza o destinati a missioni di salvataggio;

• utilizzati per lezioni di guida ai fini del conseguimento della patente o della CQC;

• utilizzati per trasporti privati e non commerciali di passeggeri o di cose;

• che trasportano materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente stesso nell'esercizio della propria attività, a condizione che la guida del veicolo non ne costituisca attività principale.

 

NOTA BENE:

Le ultime due esenzioni, riferite ai conducenti di veicoli adibiti ad uso proprio, non si applicano nel caso in cui il conducente del veicolo risulta assunto alla dipendenze di un’impresa con la qualifica di autista; in tal caso, infatti, non vi è dubbio che la guida del veicolo venga effettuata a carattere professionale.

Non sono esentati dall’obbligo del possesso della CQC i conducenti di scuolabus per i quali era richiesto il CAP KD, sia che si tratti di attività esercitata in conto proprio che di attività per conto terzi.

 

Data di ultima modifica: 10/06/2016
Data di pubblicazione: 10/03/2016